La natural burella


C'è dunque un cammino stretto e veloce che conduce dal Natale all'anno nuovo, privo di luce, disagevole, ma che cerchiamo di percorrere il più rapidamente possibile per sbucare in un mondo diverso, almeno secondo la convenzione del numero. I giorni fra Natale e Capodanno sono la natural burella, quando si ha la percezione che il peggio sia passato, ma il nuovo sia ancora di là da venire:

Non era camminata di palagio
là ’v’eravam, ma natural burella
ch’avea mal suolo e di lume disagio
.

Annunci

L'ironia come double bind

(Tornando a casa dall’asilo, io, Serena e Dorabella. Dorabella ha un’aria lagnosa.)

Dorabella (lamentosa): Mi fa male la testa!
Serena: Povera Dorabella!
Io: Povera Dorabella!
Dorabella (che non è scema): Daaaiiii!
Serena (imperturbabile): Cosa dovevamo dire, scusa? Che siamo contenti se ti fa male la testa?
Io: Giusto. Anzi, Serena, ripetiamolo in coro: uno, due, e tre:
Io e Serena: Oh! Povera Dorabella!
Dorabella (corrucciata, tenendosi la testa fra le mani, sottovoce e con fare malaugurioso): Poi un giorno vi verrà anche a voi. Così imparate.