Bellezza e inquietudine

Ciò che inquieta di fronte alla bellezza è il presentimento dell’abitudine e del commiato. Intesi come consecutivi: che la contemplazione prolungata ci abituerà a considerare quella bellezza parte della nostra vita; e che il commiato successivo ci obbligherà a ridimensionare, in sostanza, il nostro io. L’inquietudine è qui un anticipo del narcisismo offeso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...